Biscottificio Innocenti

biscottificio Innocenti Roma

biscottificio Innocenti Roma

Via della Luce, 21
Tel. 06. 580 3926
Orari: lun-sab 8.00 – 20.00/ dom. 9.30 – 14.00

Questo è il periodo migliore per visitare il biscottificio Innocenti, infatti sfornano di continuo frappe e castagnole alla crema. Queste ultime con ripieno molto abbondante di una buona crema e che, vivaddio, non sanno d’olio.

biscottificio Innocenti Roma frappe castagnole
Lo vedrete dall’arredamento, tutto molto anni ’50, dal forno (mannaggia a me, che a forza di chiacchierare ho scordato di fotografarlo), ai colori pastello, alle bilance, poco è stato fatto per modernizzarlo: e meno male! Davvero è un bel luogo se avete voglia di staccare dalla modernità e dal lato frenetico di Trastevere. Infatti si trova nei tranquilli vicoli vicino alla Basilica di Santa Cecilia (una buona occasione per visitarla). Il negozio è da generazioni della stessa famiglia. Vi troverete una cortesia e una condivisione rare.
Passiamo all’offerta. Quello che vi consiglio assolutamente di provare sono i brutti ma buoni, di certo i biscotti che mi sono piaciuti di più. Al secondo posto metterei i canestrelli. Qui si apre un lungo discorso. Pare che qui non si faccia uso di grassi animali. E ne sono stata certa dopo aver assaggiato i biscotti. Non c’è sentore di burro in nessuno, nemmeno nei frollini. Il tutto mi ha parecchio spiazzata. Io sinceramente, soprattutto per questo motivo, i biscotti che qui offrono non li trovo così speciali e deliziosi come tanti dicono. Per dire, i canestrelli classici del supermercato sono di varie lunghezze superiori (nonostante questi non siano certo da buttare, ma troppo eterei per i miei gusti). E quindi questa considerazione si porta dietro anche il fatto che:
– le lingue di gatto pure non sapevano di burro e quindi erano del tutto prive del loro solito fascino (inoltre erano davvero troppo cotte)
– i frollini per metà ricoperti di cioccolato, grande classico, avevano il medesimo stesso identico problema (meno evidente e fastidioso mangiando la sola parte di cioccolato).
Altri assaggi:
– baci di dama vecchiotti. Meglio i bianchi dei neri.
– paste di mandorla piuttosto deludenti (caratteristiche: meno dolci del solito, in alcune uso eccessivo dell’aroma di mandorla, tendenti al gommoso in superficie)
– i mielini (non in foto), biscotto da colazione al miele: all’esterno sembrano grissinoni, poi assaggiandoli  realizzi che è un biscotto ma purtroppo il sapore di miele si percepisce al secondo biscotto, non così presente da giustificare il nome che gli hanno dato.

Per farvi un’idea dei prezzi, il vassoio in foto è costato 8,50 euro.

Insomma, tirando le somme: non mi è sembrato il tempio della freschezza, non ho apprezzato l’uso di margarine/olii alternativi e se ci ripassassi entrerei solo per sgranocchiare qualche brutto ma buono. Ovvio poi che non avendo provato tutto magari c’è qualcosa di meglio che mi sono persa (per dire, potrei dare un’opportunità a quel maritozzo).

biscottificio Innocenti Roma

biscottificio Innocenti Roma maritozzi

biscottificio Innocenti Roma

biscottificio Innocenti Roma